Le isole Ionie e Lefkas - IonianMood noleggio barche Lefkada

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● Pomodori con riso

Pubblicato da Simona in ● Cucinare in barca a vela · 18/5/2016 17:53:26
Tags: PomodoririsobasilicoprezzemoloagliopatatepeperoniGemistà

Difficoltà: ●●○○
Durata: 2 ore circa
Categoria: Primi piatti

Questo è un piatto tipico della cucina romana, ma anche di quella greca, noi li cuciniamo spesso, appena sono pronti i pomodori "da riso", che arrivano a maturazione a Giugno. Non usate pomodori che non siano di stagione, sono pieni d’acqua e non hanno sapore. Dovranno essere invece maturati al sole, belli grandi, rossi e sodi.
Il trucco per farli molto saporiti, dato che in commercio non esistono più i pomodori da riso "buoni di una volta", è di aggiungere al ripieno di riso i pomodorini ciliegino o i datterini a piccoli pezzi, oltre alla polpa dei pomodori svuotati.
Altra cosa importante è utilizzare il riso "Arborio", che non scuoce e rilascia poco amido, per cui è perfetto per la cottura al forno.
Se vi avanza un peperone tagliatelo a metà e riempitelo con lo stesso ripieno dei pomodori, verrà squisito. Questo piatto è sempre presente nelle taverne greche, si chiama Gemistà, è una gigantesca teglia di ortaggi ripieni di riso, tra cui pomodori, peperoni, zucchine, melanzane, insieme alle immancabili patate a tocchetti.
A noi piace mettere il riso anche fuori dai pomodori, va a riempire gli spazi vuoti che si formano sulla teglia, insieme alle patate, e viene tostato e croccante.
La ricetta che segue non è quella greca, ma in realtà la differenza è ben poca, i loro odori come aglio, basilico e prezzemolo, hanno profumi leggermente diversi, spesso aggiungono dell’aneto e a volte ci ho sentito anche un pizzico di cannella.
Comunque sia è un piatto gustoso e di facile preparazione anche in barca, dove il forno alimentato con bombola a gas raggiunge ottime temperature per la cottura e per una buona rosolatura.



Ingredienti per 4 persone:
8 pomodori da riso grandi e di simile dimensione
1 pugno abbondante di riso Arborio per ogni pomodoro
+  altrettanti pugni di riso per riempire il resto della teglia
3 patate grandi a pasta gialla
300 gr di pomodorini ciliegino o datterini
Basilico e prezzemolo in abbondanza
1 spicchio di aglio
Olio evo
Sale e pepe q.b.

Preparazione:
Dopo aver lavato e mondato tutti i pomodori, l’aglio e gli odori, tagliate il cappello dei pomodori da riso, lasciandolo attaccato, poi facendo attenzione a non romperli, svuotateli bene utilizzando un cucchiaio, e mettete la polpa in una grande ciotola. Disponete i pomodori in una teglia grande abbastanza e col bordo alto, che avrete rivestito con carta da forno.
Tagliate a pezzetti i pomodori datterini e metteteli nella ciotola col resto del pomodoro che avete messo da parte. Con le mani strizzate bene la polpa di pomodoro in modo da renderlo una poltiglia liquida, a meno che in barca non ci sia un passa verdure a disposizione. :)
Aggiungete tutto il riso crudo, il basilico, il prezzemolo e l’aglio tritati, abbondate con olio extravergine di oliva e condite infine con sale e pepe macinato. Metà di questo composto andrà a riempire i pomodori e l’altra metà servirà a guarnire il resto della teglia, insieme alle patate.
Se farete riposare il ripieno per una mezz’ora circa prima di riempire i pomodori, il riso prenderà più sapore.
Mentre il riso si insaporisce potete preparare le patate a tocchetti. Unitele poi al ripieno rimasto nella ciotola, mescolate bene e poi versate il tutto nella teglia, riempiendo gli spazi vuoti rimasti tra i pomodori. Fate avanzare un po’ di sughetto di pomodoro dalla ciotola perché vi servirà in seguito.



Prima di riempire i pomodori ponetevi all’interno una foglia di basilico, un pizzico di sale e un goccio di olio, poi riempiteli con il composto di riso fino a tre quarti, e aggiungete di nuovo un filo di olio e una foglia di basilico prima di chiuderli con il proprio coperchio (importante: non riempiteli del tutto perché durante la cottura il riso cresce di volume e puo’ spaccare i pomodori).
Salate leggermente i pomodori chiusi, pepateli, conditeli con olio e infornateli a 180°/200°, a forno già caldo, per circa un’ora. A metà cottura versate all’interno dei pomodori un po’ del sughetto conservato in precedenza, per evitare che vengano asciutti, e ripetete l’operazione dieci minuti prima di sfornarli. Se il sughetto avanzato non è sufficiente preparatene dell’altro, con un po’ di pomodoro tritato e strizzato con le mani, olio, basilico, sale e pepe.

Preparate i pomodori col riso qualche ora prima di andare a tavola, perché vanno serviti tiepidi o meglio ancora freddi. :)




● Caffè Frappè

Pubblicato da Simona in ● Cucinare in barca a vela · 18/5/2016 17:42:36
Tags: caffèfrappègrecialiofilizzatoghiacciobibitafrullino

● Polpette di zucchine Lefkadiane - Kolokithokeftedes

Pubblicato da Simona in ● Cucinare in barca a vela · 18/5/2016 17:39:02
Tags: KolokithokeftedespolpettezucchineLefkadamentaprezzemolocipollafetafritto

● Tzatzighi

Pubblicato da Simona in ● Cucinare in barca a vela · 18/5/2016 17:33:09
Tags: tzatzighiyogurtcetrioliagliosalse

● Cucinare in barca a vela

Pubblicato da Simona in ● Barca a vela · 28/4/2016 23:29:12
Tags: cucinabarcaavelacambusapescapescecarnevacanzealimentifrigoriferoapozzetto
Successivo
IONIANMOOD
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu